Comandi

Immagine logo sito
Issue115 del 21/10/2018 Year: 2019 ID: 2 Martedi 19 Marzo 2019, ore 03:55

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Cronaca ,
,
a cura di Redazione

, ,



Articoli: 97 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Il pestaggio di Alberto Bonanni

Pochi minuti di follia in una strada romana

Id Article:11060 date 25 Giugno 2011

Roma, Una lunga serie di violenze ed aggressioni quelle avvenute in questa metà del 2011: Giungo è stato il teatro di una escalation di violenza straripante, specialmente dagli ambienti della criminalità organizzata e della droga, che investe così la quotidianità dei romani.
Il 25 giugno il quartiere Monti si macchia di sangue con l'aggressione ad Alberto Bonanni, il musicista violentemente picchiato e ridotto in coma (con la notizia che si verrà a sapere solo quattro giorni dopo). In seguito a diverse indagini, in cui interverrà anche la Digos, verranno arrestati diversi giovani,alcuni dei quali gravitanti nella destra romana o nel mondo ultras.
Alberto Bonanni morirà in come diversi mesi dopo, divenuto colpevole - a giudizio degli aggressori - di aver offeso con una pernacchia un loro amico, un residente del quartiere, Massimiliano Di Perna, noto nella zona come «il pittore». Pochi minuti di follia: a scatenare la violenta rissa fu proprio Di Perna che, sceso in strada con un bastone per vendicarsi della linguaccia, si scagliò contro il primo che gli capitò sotto mano, Alberto Bonanni – mandandolo in coma.

Redazione