Comandi

Immagine logo sito
Issue115 del 21/10/2018 Year: 2019 ID: 2 Lunedi 25 Marzo 2019, ore 07:36

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Cultura , SkSoggetto:Eventi culturali , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Redazione

, ,



Articoli: 97 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Un Natale di integrazione

Il sindaco Marino propone un Natale alternativo

Id Article:11067 date 25 Dicembre 2013

Roma, Da un sindaco definito “marziano” non ci si poteva aspettare altro: un Natale “diverso” è quello che ha regalato Ignazio Marino alla sua città, installando un meraviglioso "nastro" luminoso che collega piazza Venezia a piazza del Popolo e che si tinge d'arcobaleno. Questa sorpresa dei colori dell'arcobaleno simboleggia non solo la pace ma soprattutto i diritti dei gay.
Diritti che il sindaco Marino è pronto a riconoscere con l'istituzione del registro delle unioni civili - la delibera ufficiale porta la firma della consigliera Sel Imma Battaglia - e che non ha nascosto di essere favorevole anche all'adozione di minori da parte di coppie omosessuali; questo perché la figlia,come lui stesso ha raccontato, studia all'estero e in classe ha figli di coppie gay.
I romani però benché di mentalità aperta, si chiedono se le priorità della città non siano altre, come il miglior funzionamento dei mezzi pubblici, la bitumazione delle strade, i servizi sociali pronti soddisfare le esigenze dei più deboli e se gli imprenditori, commercianti, proprietari di case sono oberati dalle tasse senza avere in cambio servizi adeguati. Ma il sindaco vuole una città diversa e, sopratutto sotto lo spirito natalizio, vuole lanciare un messaggio importante di accoglienze e apertura verso tutti.

Redazione