Comandi

Immagine logo sito
Issue115 del 21/10/2018 Year: 2019 ID: 2 Sabato 19 Gennaio 2019, ore 22:49

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Comune di Roma , SkSoggetto:Comune di Roma , Tipo Articolo:Politica ,
,
a cura di Redazione

, ,



Articoli: 97 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Manifestazione antinucleare

Per dire basta al pericolo atomico

Id Article:11074 date 3 Luglio 2014

Roma, Immaginate di vedere la chioma di un albero che si fonde con il fungo nucleare: un destino terribile al quale nessuno si vuole arrendere.
Il 3 Luglio, a Roma, si è tenuta una lunga giornata contro il disarmo nucleare, evento promosso dall'amministrazione comunale guidata da Ignazio Marino e le associazioni del Segretario Generale di Mayors for Peace (Sindaci per la Pace): l'Italia è infatti il paese che è secondo solo al Giappone per numero di Enti Locali aderenti all'Associazione, oltre 460.
La città di Roma vuole diventare capofila del movimento italiano, ed è per questo che il coordinatore nazionale Francesco Vignarca (Rete Italiana per il Disarmo),vuole far sentire la sua voce in tutte le attività per il disarmo nucleare, comprese quelle per le Campagne di ICAN e per la rete dei Parlamentari PNND. Il tema umanitario del disarmo nucleare è di vitale importanza per il mondo futuro, visto e considerato che – anche se vari governi del mondo stanno spingendo i paesi più riottosi al disarmo nucleare (India e Iran su tutte), sulla base della memoria dei bombardamenti di su Hiroshima e Nagasaki.
La minaccia nucleare è ancora presente su tutti noi: per questo motivo, in base alle idee che arrivano da questa giornata romana, da qual fungo atomico dovrà nascere un nuovo albero di vita.

Redazione