Comandi

Immagine logo sito
Issue115 del 21/10/2018 Year: 2019 ID: 2 Mercoledi 19 Giugno 2019, ore 06:09

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Municipio XII , SkSoggetto:Europa , Tipo Articolo:Arte a Roma ,

a cura di I. G.

Nella foto il Palazzo dei Congressi, perfetto connubio tra razionalismo e arte   
(Premi per la FOTO Ingrandita)

L'Eur e l'architettura razionalista

La struttura sarà un punto di riferimento per architetti, studiosi e urbanisti

Id Article:9749 date 15 Febbraio 2006

Roma, E' nato da poco, ma già promette un grande futuro: è il Centro Studi sull'architettura razionalista, il primo in Italia per la tutela, il restauro e la valorizzazione di edifici e complessi urbanistici di stile razionalista.

Nato dalla collaborazione di Eur Spa con l'agenzia per la città e grazie al contributo stanziato lo scorso anno dalla Regione Lazio, il centro si propone come un nuovo punto di riferimento per teorici, architetti, docenti e urbanisti.

"La costituzione del Centro Studi - commenta il professor Mauro Miccio, amministratore delegato di Eur Spa - rappresenta un'ulteriore iniziativa per valorizzare un patrimonio storico unico al mondo.

L'Eur Spa affiderà al Centro la direzione artistica e la supervisione scientifica dei prossimi interventi, come il recupero dell'ex Velodromo Olimpico".Un progetto importante,che riporta alla luce un modello urbanistico da decenni studiato in tutto il mondo, ma che in Italia non trova molto spazio. "L'istituzione del Centro Studi - dichiara il parlamentare Fabio Rampelli - consentirà non solo la promozione di un patrimonio architettonico  che l'Italia ha trascurato per sessant'anni, ma porterà anche ad unire lo sviluppo urbanistico alla tutela dell'ambiente, le radici culturali e l'identità architettonica alla modernizzazione. La sua nascita, quindi, va interpretata come un atto dovuto".

Il Centro, nell'intenzione dei promotori, dovrà costituire una "calamita" per urbanisti e studiosi di fama internazionale.Inoltre, un comitato scientifico si occuperà di vagliare tutti i convegni, le mostre e le attività in programma.

I. G.