Comandi

Immagine logo sito
Issue115 del 21/10/2018 Year: 2019 ID: 2 Domenica 20 Gennaio 2019, ore 00:55

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Cultura , SkSoggetto:Mostre d'arte , Tipo Articolo:Arte a Roma ,
,
a cura di Cinzia Folcarelli

, ,



Articoli: 50 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 10 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Carmine Cecola, Cavallo cubista, Bronzo, Museo di Campobasso
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Carmine Cecola

Bronzi e disegni alla Galleria L'Indicatore

Id Article:9820 date 8 Marzo 2006

Roma,


Artista della realtà naturale e dell'emozione, Carmine Cecola (Monteroduni, Isernia 1923 - Roma 2001) scolpiva e dipingeva per sé stesso, preferendo l'indagine interiore meditata e lenta alla mondanità e al successo effimero.
Di carattere riservato, credeva fermamente nel suo lavoro. Vissuto in anni che hanno visto moltiplicarsi a dismisura correnti e tendenze artistiche, egli non si è mai legato ad un movimento o ad un gruppo, preferendo lavorare da solo, nella tranquillità del suo studio.
Attento conoscitore della storia dell'arte e degli artisti che l'hanno preceduto e a lui contemporanei, Cecola ha tuttavia uno stile personale ben definito, che rende le sue creazioni uniche.


Cecola nasce scultore. La forza plastica che emerge dalle sue sculture è data dalla linearità della forma, dalla mancanza di inutili particolari che servirebbero solo ad appesantirle.

Nei disegni è sempre presente la mano dello scultore, le composizioni si dispongono secondo piani sovrapposti entro cui si muovono corpi plastici.


Elio Mercuri, in un testo della fine degli anni Settanta, ben esemplificava la poetica dell'artista, definendo la scultura di Cecola ricerca della struttura, delle linee essenziali di una figura e di quanto siamo soliti indicare come passaggio dalla rappresentazione alla forma. "Tutta la scultura di Cecola è racchiusa in questa ricerca della dignità plastica, come essenza dell'immagine, come struttura attraverso la quale avviene il passaggio o il ritorno alla naturalità."


Le figure dell'artista hanno un sapore arcaico,sospese nel tempo e nello spazio, sono l'inizio e la fine. Le pose scelte sono sempre molto naturali e nessun ornamento o simbolo connota le figure o le inserisce in un contesto, così che risultano eterne.

In mostra all'Indicatore anche una selezione di opere astratte. Nella sua carriera artistica Cecola tuttavia non abbandona mai il figurativo. Nella sua produzione astratto e figurativo si intrecciano tra loro, si allontanano per poi ricongiungersi.



Artista completo, la cui opera ha spaziato nei diversi campi dell'arte, Carmine Cecola ha saputo tenersi al di sopra delle mode del momento, non piegandosi alle assurde richieste del mercato e di committenti convinti di poter decidere della sua arte. Spesso ha rifiutato commissioni importanti perché non erano in linea con le sue idee e con il suo mondo interiore, denotando un coraggio e una determinazione non comuni.

Anche per il suo carattere schivo è un artista in parte ancora da scoprire. Sicuramente da continuare ad apprezzare e valorizzare.

 




CARMINE CECOLA - sculture e disegni
2 - 25 Marzo 2006
Roma, GALLERIA L'INDICATORE, Via delle Colonnette n. 20,
aperto lunedì - sabato, ore 10.30-13.30;15.30-20.00, domenica chiuso
ingresso gratuito
per informazioni tel. 06-3221547


Cinzia Folcarelli