ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Martedi 13 Novembre 2018, ore 09:01

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Cultura , SkSoggetto:Eventi culturali , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Lorenzo D'albergo
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 100 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Nella foto: il logo dei IX Giochi Paraolimpici invernali di Torino 2006
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Paraolimpiadi, è qui il vero Sport!

Sport, record e medaglie alle Paraolimpiadi di Torino 2006. Eccezionale Silvia Parente, già 2 medaglie.

Id Article:9825 date 14 Marzo 2006

Roma, La fiaccola olimpica passa di testimone, ma resta a Torino. Dopo la conclusione delle Olimpiadi invernali, il 10 Marzo 2006 si è tenuta a Torino, allo Stadio Olimpico (ex "comunale"), la cerimonia d'apertura dei IX Giochi Paraolimpici Invernali. Durante la manifestazione, che si chiuderà il 19 Marzo, 1300 paratleti, provenienti da 39 diverse nazioni, si cimenteranno in 5 diverse discipline: sci alpino, fondo, hockey su slittino, biathlon e curling. Quest'ultima è stata inserita per la prima volta proprio in questa edizione dei giochi, con un torneo nel quale si sfideranno 8 squadre miste. Sono previsti circa 25.000 spettatori dal vivo, mentre milioni saranno i telespettatori che assisteranno a questa importante manifestazione. 

Fondamentale per il buon funzionamento della macchina paraolimpica sarà il supporto dei 3000 volontari provenienti da tutta Italia. Il comitato italiano Paraolimpico presenta, in questa edizione dei giochi, 38 paratleti tra i quali spiccano atleti che hanno già aiutato l'Italia ad impinguare il medagliere nelle edizioni passate: Gian Maria Dal Maistro, un argento ed un bronzo ai giochi di Nagano 1998,e Francesca Porcellano, paratleta d'esperienza, già presente a cinque edizioni dei giochi paraolimpici.   Durante questi primi tre giorni l'Italia si è aggiudicata tre medaglie: Gian Maria Dal Maistro e Tommaso Balasso ci hanno regalato la medaglia d'argento nel Super G per non vedenti ed ipovedenti e Silvia Parente, grande protagonista finora, ha portato a casa due bronzi, uno nella discesa libera e uno nel Super G per non vedenti ed ipovedenti. 

Naturalmente, come in ogni olimpiade che si rispetti, sono stati stabiliti nuovi record. Di questa edizione resterà storico il primo gol azzurro in assoluto, segnato da Gianluca Cavaliere, nella disciplina dell'hockey su slittino, contro la Gran Bretagna. Nella speranza che la nazionale paraolimpica italiana possa vincere più medaglie possibili, non resta che goderci questa manifestazione ed il vero spirito sportivo che la accompagna.  

Lorenzo D'albergo