Comandi

Immagine logo sito
Issue115 del 21/10/2018 Year: 2019 ID: 2 Lunedi 17 Giugno 2019, ore 08:06

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Cultura , SkSoggetto:Mostre d'arte , Tipo Articolo:Arte a Roma ,
,
a cura di Cinzia Folcarelli

, ,



Articoli: 50 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 10 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Antonello da Messina, Annunciata,cm 45 x 34,5, tempera e olio su tavola, Palermo, Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Antonello da Messina

La mostra impossibile è stata allestita

Id Article:9843 date 21 Marzo 2006

Roma,
Ci sono voluti cinque anni di lavoro e il concorso di un illustre e corposo comitato scientifico per mettere in scena alle Scuderie del Quirinale l'esposizione su Antonello da Messina (1430 circa - 1479), uno dei grandi maestri del Quattrocento.


Fino ad oggi solo un'altra mostra, allestita nel 1953 a Messina, aveva indagato parzialmente l'opera di questo artista.

L'esposizione romana, a cura di Mauro Lucco dell'Università di Bologna con il coordinamento scientifico di Giovanni C.F. Villa dell'Università di Bergamo e di curatori e direttori dei musei di mezzo mondo, mira più in alto e si propone di ricostruire la figura dell'artista a tutto tondo, anche alla luce delle recenti indagini effettuate in modo non invasivo sulle sue opere.

Convincere istituzioni pubbliche e privati cittadini a privarsi, seppur per pochi mesi, dei capolavori di Antonello non è stata cosa facile e solo grazie all'importanza della mostra stessa e al prestigio e alla sicurezza delle Scuderie del Quirinale che la ospitano, è stato possibile riunire per la prima, e probabilmente per l'ultima volta, trentasette delle quarantacinque opere attribuite all'artista esistenti al mondo.
Tra queste si possono ammirare il San Girolamo nello studio e la Madonna col Bambino (Madonna Salting) della National Gallery di Londra; il San Sebastiano di Dresda; la Crocifissione di Anversa; il Cristo alla Colonna del Louvre; la Annunciata di Palermo; il Ritratto d'uomo (Ritratto di ignoto marinaio) di Cefalù; e inoltre le serie delle Annunciate, degli Ecce homo e delle Crocifissioni.

Accanto alle opere di Antonello, quelle di altri grandi artisti del periodo, come Jan van Eyck, Il quadro La Passione con Gesu' Cristo sulla croce dipinto da Antonello Da Messina
(Premi per la FOTO Ingrandita) Giovanni Bellini, Alvise Vivarini, il maestro di Antonello, Colantonio, e figlio Jacobello, Antonello da Saliba, Giovan Battista Cima da Conegliano, Petrus Christus, Francesco Laurana, Jacometto Veneziano.

Scarse sono le notizie sulla breve vita di Antonello, anche a causa del terremoto di Messina del 1908 che ha distrutto la già scarsa documentazione d'archivio e almeno una sua opera importante.

Sappiamo però che intorno alla metà del Quattrocento la sua figura di artista si fece notare all'interno di una realtà priva di grandi tradizioni artistiche locali, e che poco dopo egli "diresse" l'unica bottega di prestigio esistente all'epoca tra Napoli e Palermo.
La sua fama arrivò a Milano e a Venezia, dove venne chiamato a lavorare per importanti commissioni pubbliche e private, dopodiché ritornò in Sicilia, dove realizzò le opere che caratterizzano maggiormente la sua arte, magistrale sintesi di bellezza e realtà.

 

 
Antonello da Messina

a cura di Mauro Lucco con il coordinamento scientifico di Giovanni C.F. Villa

18 Marzo - 25 Giugno 2006

Roma, Scuderie del Quirinale, Via XXIV Maggio n.16

Aperto da domenica a giovedì, ore 10.00-20.00; venerdì e sabato 10.00-22.30

(l'ingresso è consentito fino a un'ora prima della chiusura), lunedì chiuso

ingresso € 10, ridotto: € 7.50

catalogo Silvana editoriale

Per informazioni e prenotazioni: singoli, gruppi e laboratori d'arte tel. 0639967500 ; scuole 0639967200; www.mostraantonellodamessina.it; www.scuderiequirinale.it

Cinzia Folcarelli