Comandi

Immagine logo sito
Issue115 del 21/10/2018 Year: 2019 ID: 2 Lunedi 17 Giugno 2019, ore 08:02

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Cultura , SkSoggetto:Mostre d'arte , Tipo Articolo:Arte a Roma ,
,
a cura di Cinzia Folcarelli

, ,



Articoli: 50 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 10 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Albert Christopher Dies  Roma. Il lago di Villa Borghese s.d.,  tempera su carta, 41,5 x 60 cm  Roma, collezione Paolo Antonacci    
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Roma con gli occhi di Stendhal

La citt eterna vista dal grande scrittore francese

Id Article:9930 date 5 Maggio 2006

Roma, Nell'ambito della manifestazione La Festa di Primavera, il Vittoriano ospita la mostra Roma con gli occhi di Stendhal, a cura di Pietro Boragina e Giuseppe Marcenaro, che ricostruisce la visione della Roma dell'Ottocento attraverso le pagine dello scrittore francese e i dipinti di alcuni dei principali vedutisti e paesaggisti del periodo, facendo respirare al visitatore l'atmosfera dei viaggiatori del Grand Tour.

In mostra alcune lettere originali che Stendhal spedì dall'Italia e le edizioni della Histoire de la peinture en Italie del 1917, delle Promenades dans Rome par M. de Stendhal del 1829, e de La Chartreuse de Parme del 1839.

Le parole di Stendhal rivivono nei quadri di Giovanni Battista Bassi, Charles Coleman, Peter Birmann, François Keisermann, Simone Pomardi, Antonio Marinoni, Achille Pinelli, Louis François Cassas e dei più noti Giuseppe Grassi, Jean – Léon Gérôme e Antonio Canova.

Oltre al ritratto di Stendhal, in mostra anche i ritratti dei protagonisti dell'arte e della letteratura del tempo, Canova, Thorvaldsen, Vincenzo Camuccini, Abraham Constantin, e anche di alcuni personaggi noti come la modella di Albano Vittoria Caldoni, la preferita di tanti importanti artisti, e l'attrice Amalia Bettini,amata dallo scrittore.

Henri Beyle (Grenoble 1782 – Parigi 1842), in arte Stendhal, amò moltissimo l'Italia, le sue città, i suoi paesaggi e la sua gente. Amò soprattutto Milano, ma ammirò diverse altre città, tra cui Roma. Dopo alcuni soggiorni di piacere nella città eterna, nel 1831 egli venne nominato console di Francia a Civitavecchia.
Annoiato dal suo incarico, approfitterà del lungo soggiorno in Italia per visitare luoghi e città importanti dal punto di vista storico – artistico, ma anche paesaggistico, tanto che in Promenades dans Rome dirà: “Le bellezze dell'arte raddoppiano l'effetto delle bellezze naturali (…)”.

Le opere in mostra provengono da importanti musei europei, tra cui il Musée Granet di Aix –en – Provence, il Musée des Beaux – Arts di Angers, il Museo e dall'Archivio di Bassano del Grappa, il Centro Stendhaliano di Milano, il Museo di Roma in Trastevere, il Museo Napoleonico, il Museo di Roma, l'Accademia Nazionale di San Luca, il Museo Gipsoteca Canoviano di Possagno.

Roma con gli occhi di Stendhal
Complesso del Vittoriano, Sala Zanardelli, ingresso Ara Coeli
4 – 22 Maggio 2006
Ingresso gratuito

Cinzia Folcarelli