ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Martedi 13 Novembre 2018, ore 09:00

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Universita' , SkSoggetto:La Sapienza , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Lorenzo D'albergo
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 100 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Nella foto: la nuova sede all'esquilino  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

'La sapienza', nuova sede all'esquilino

Il complesso sara' destinato ad un dipartimento della Facolta' di Ingegneria

Id Article:9934 date 10 Maggio 2006

Roma, “La sapienza”, come ben sanno i suoi studenti, è sempre alla ricerca di nuove sedi. Infatti la mancanza di aule e laboratori ben attrezzati è da ormai molto tempo uno dei problemi che affligge la prima università romana. Ma il Comune di Roma, il sindaco Walter Veltroni in primis, non è stato insensibile alle richieste d'aiuto del Rettore Renato Guarini. Ed è proprio grazie all'intervento del Comune e dell'ateneo, in collaborazione con la Sovrintendenza per i beni ambientali e architettonici di Roma, che la scuola “Silvio Pellico”, di proprietà del comune, sarà resa nuovamente agibile e funzionante. 

L'8 maggio il Rettore Guarini ed il sindaco Walter Veltroni hanno visionato i lavori di restauro e ridefinizione funzionale, in corso di ultimazione. La scuola, che si trova nel quartiere Esquilino, diventerà la sede di uno dei più interessanti Dipartimenti scientifici della Facoltà di Ingegneria. Sarà infatti il Dipartimento di Informatica e Sistemistica della Facoltà di Ingegneria ad occupare i circa 10.000 mq che il complesso offre. La struttura conterrà 10 aule, 8 laboratori, una biblioteca e ben 84 studi per l'attività scientifica. I lavori si stanno svolgendo nel pieno rispetto della “cultura” tanto che,durante gli scavi per la realizzazione degli ascensori, sono stati ritrovati resti romani e medioevali. Questi reperti saranno subito valorizzati grazie all'installazione di una pavimentazione vetrata. Così scienza e reperti storici, si pensa appartenenti ad una costruzione termale del III secolo d.C., si fonderanno per dare nuova linfa vitale ad un ateneo da troppo tempo limitato da problemi logistici. 

I nuovi locali saranno consegnati alla prima università capitolina a fine giugno, in modo da poter essere utilizzati per attività scientifiche e didattiche già dall'inizio del prossimo anno accademico. E cosa c'è di meglio per uno studente che inizia un nuovo, intenso anno di studi, che una nuova, attrezzata e moderna sede? Su questo trend l'annuncio del preside della Facoltà di Scienze della Comunicazione Mario Morcellini. “Per la Facoltà di Scienze della Comunicazione de “La Sapienza” è in progetto una nuova sede presso l'ex “Zecca di Stato” in via Principe Umberto”. Così Morcellini nel corso della conferenza “L'Esquilino tra cultura e comunicazione” organizzata dall'associazione culturale degli studenti di Scienze della Comunicazione.

Lorenzo D'albergo