ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 23:02

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Universita' , SkSoggetto:Tor Vergata , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Lorenzo D'albergo
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 100 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Nella foto: Andrea Stella a bordo del suo catamarano  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

Superiamo le barriere architettoniche!

Si tenuto gioved 18 maggio, al secondo ateneo romano, lincontro con Andrea Stella, progettista di un innovativo catamarano

Id Article:9937 date 19 Maggio 2006

Roma, Grazie ai grandi architetti come Renzo Piano e Santiago Calatrava possiamo godere della vista di opere fantastiche quali il Centro Pompidou a Parigi ed il Ponte dedicato a Joyce nella Dublino dove proprio il famoso scrittore ambientava le vicende dei “Dubliners”. Ma l'architettura non è solo estetica, serve anche a risolvere problemi concreti. Con questo spirito è stato organizzato alla Facoltà di Ingegneria della seconda Università di Roma la presentazione e l'analisi di “Tim Progetto Italia – lo Spirito di Stella”. Questo incontro rientra in una iniziativa più importante che prende il nome di “Tour d'Italia 2006. Progettare e realizzare per tutti”, promossa dall'associazione Onlus “lo spirito di Stella” assieme a Progetto Italia e a TIM. 

Facilmente intuibile lo scopo del tour: formare i futuri architetti ed i futuri ingegneri, proponendo innanzitutto una nuova cultura progettuale, una cultura che sia al servizio di tutti. La presentazione del progetto ha permesso, tramite un seminario multimediale, ai presenti di potersi confrontare con l'esperienza di Andrea Stella. Stella, docente per un giorno a Tor Vergata, ha dimostrato come sia possibile progettare qualsiasi ambiente in modo funzionale, rendendolo fruibile ed accessibile a tutti. Non bisogna trascurare infatti un dato importantissimo, sottolineato dallo stesso Stella: in Italia più di due milioni e mezzo di persone sono disabili. L'intento del “docente speciale” è stato quello di rendere consapevoli i futuri progettisti di come,con pochi e mirati accorgimenti, si possa migliorare la qualità di vita delle persone svantaggiate. Anche in un catamarano! Queste alcune caratteristiche dell'imbarcazione: quattro ascensori (due per le cabine, uno per entrare in acqua e uno per raccordare il ponte con la cabina di pilotaggio), cinque servizi igienici (due accessibili), quattro cabine di cui due accessibili, dieci posti letto. 

A questo punto tutti vi starete chiedendo: “Ma chi è Andrea Stella?”. La sua è una storia speciale. Andrea è un giovane disabile di Thiene la cui paraplegia è stata causata da una tragica quanto inspiegabile aggressione subita nel 2000 a Miami. Ma Stella non si fece abbattere dall'accaduto. Continuava a sognare di poter tornare in mare, la navigazione era ed è tuttora la sua passione. Ma come superare i limiti che il suo handicap gli poneva? Con l'aiuto dei parenti Stella è riuscito a realizzare il catamarano “perfetto”. Grazie al particolare design unito ad una serie di innovazioni tecnologiche che lo rendono accessibile a tutti, il catamarano è diventato un modello per gli esperti del settore. Questa è la storia di Andrea Stella, ora ai futuri ingegneri ed architetti il compito di superare le barriere architettoniche!

Lorenzo D'albergo