ERRORE 70
Permission denied D:\home\h555297.winp026.arubabusiness.it\romalocale.it\public\System\Contatori\ContatoreVisite.txt

Comandi

Immagine logo sito
Issue111 del 17/09/2007 Year: 2007 ID: 86 Giovedi 15 Novembre 2018, ore 23:02

, Home Page (Sommario) , Manda un email all'autore , Elenco Articoli per Cerca tra gli articoli , Tema:Cultura , SkSoggetto:Eventi culturali , Tipo Articolo:Articoli Vari ,
,
a cura di Lorenzo D'albergo
Per saperne di piu' su di me...

, ,



Articoli: 100 Premi per andare all'elenco degli articoli
,




Skede: 1 Premi per andare all'elenco delle skede soggetti che ho compilato
Nell'immagine: la locandina dell'evento  
(Premi per la FOTO Ingrandita)

"Il Veliero dei Delfini", si parte per il check-up dei delfini e dei cetacei

Lazio, mari rischiosi per i grandi migratori marini: traffico nautico e pesca illegale

Id Article:9980 date 5 Luglio 2006

Roma,
E' giunto anche quest'anno l'appuntamento con “il Veliero dei Delfini”. La campagna promossa dal CTS Ambiente e dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio, in collaborazione con la Guarda Costiera e con il Nucleo Operativo Ambientale dei Carabinieri, si occupa di passare al setaccio i mari italiani al fine di controllare le condizioni dei grandi cetacei ed in particolare dei delfini. Importane il sostegno all'iniziativa delle Regioni Toscana, Liguria e Sicilia. Hanno aderito anche le associazioni di pesca: Agci, Agrital, Federcoopesca e Legapesca.
Un importante contributo sponsor tecnico Fila e dai media partner Tiscali, Metro e Lifegate, che renderanno la giusta visibilità ad una così nobile iniziativa.

La raccolta dei dati non sarà, come al solito, un'operazione agevole per l'equipaggio del Veliero. Una navigazione lunga 1500 miglia, durata 50 giorni e suddivisa in 23 tappe fornirà un puntuale check-up sullo stato di salute del mondo dei delfini e, più in generale, dei cetacei. Ecco l'itinerario di “Luna di Mare”, una barca a vela lunga 24 metri che trasporterà l'equipaggio lungo la sua lunga “avventura”. Si partirà da Ostia il 3 luglio per poi dirigersi in Toscana, in Liguria, giungendo infine in Sardegna, ma solo dopo aver toccato la Corsica. Dopo l'ultima tappa in Sicilia “Luna di Mare tornerà, risalendo il Tirreno, ad Ostia il 20 Agosto.

I prossimi check-up interesseranno anche altre specie marine quali le tartarughe marine, la foca monaca, gli squali, il tonno rosso ed il pescespada.
Questa particolare ricerca sarà portata avanti in vista dell'operazione “Countdown 2010”. Infatti l'obiettivo è quello di arrestare la perdita di biodiversità entro il 2010. Il Ministro dell'ambiente Alfonso Pecoraro Scanio ha così commentato l'operazione “Countdown 2010: “L'Italia è stata tra i primi paesi ad impegnarsi per fermare entro il 2010 la perdita di biodiversità. Proprio il nostro mare è compreso tra i 25 hotspot,i cosiddetti punti critici per la conservazione della biodiversità a livello mondiale: in nessun altro luogo è infatti possibile ritrovare le stesse particolarità ambientali ed il medesimo valore in termini di biodiversità”

Tornando al compito che aspetta l'equipaggio del veliero, anche quest'estate saranno assegnate le “Bandiere dei delfini” in base alla qualità dell'impegno che gli enti locali coinvolti nella campagna “Veliero dei Delfini” prestano alla tutela delle specie protette. Purtroppo nel Lazio la situazione non è delle più rosee. Purtroppo nella nostra regione rimangono problemi fondamentali quali il traffico nautico e la pesca illegale. Proprio per questo bisogna sensibilizzare il grande pubblico. “In ogni località – commenta Mario Trincali, capo spedizione di questa edizione, proprio a proposito di sensibilizzazione – oltre alle attività di studio e ricerca verranno realizzate una serie di iniziative di sensibilizzazione del grande pubblico, che verrà coinvolto attraverso alcuni eventi quali battesimi del mare, tavole rotonde, visite guidate ed escursioni in mare”.

Lo scorso anno solo Ventotene è riuscita ad aggiudicarsi tre delfini, mentre le altre località laziali (Gaeta, Ponza e Civitavecchia) sono state bocciate. Addirittura un solo delfino per Civitavecchia. Andranno meglio quest'anno?


Lorenzo D'albergo